Il 17 e 18 ottobre si terrà a Modena un Workshop per operatori sociali organizzato dal Teatro dei Venti nell’ambito del progetto “Per aspera ad astra. Come riconfigurare il carcere attraverso la cultura e la bellezza”.

Il lavoro sarà coordinato da Stefano Tè – regista del Teatro dei Venti/Casa Circondariale di Modena e Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia – in collaborazione con Armando Punzo – Compagnia della Fortezza/Casa Circondariale di Volterra, Ivana Trettel – Opera Liquida/Casa di Reclusione di Milano Opera, Enrico Casale – Compagnia degli Scarti/Casa Circondariale di La Spezia, Daniela Mangiacavallo – Baccanica / Casa Circondariale Pagliarelli di Palermo e Claudio Montagna – Teatro e Società/Casa Circondariale di Torino.

Il workshop fa parte di “Per aspera ad astra. Come riconfigurare il carcere attraverso la cultura e la bellezza”, un progetto sperimentale finanziato da ACRI – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa, al quale hanno dato la propria adesione Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariplo, Fondazione con il Sud, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di La Spezia e Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra.
Obiettivo del progetto è tracciare un percorso che consenta di mettere assieme le migliori esperienze e prassi di teatro in carcere presenti in diversi contesti territoriali, farle dialogare e diffonderne l’approccio anche a beneficio di altri contesti e operatori.

Le due giornate consentiranno ai partecipanti di confrontarsi con diverse realtà teatrali che operano in contesti carcerari e socio-culturali e di assistere a sessioni di prove aperte. Il workshop prevede attività che intendono stimolare lo scambio e la riflessione tra i partecipanti e i conduttori, con il fine di elaborare strategie operative sempre più efficaci, che mettano in evidenza criticità e soluzioni, a sostegno delle attività teatrali in contesti complessi.

La tappa di Modena è realizzata in collaborazione con il Coordinamento Teatro Carcere Emilia-Romagna e con la Casa Circondariale di Modena.