Stanze 2014

Stanze di Teatro in Carcere 2014

Stanze di Teatro in Carcere è il progetto annuale del Coordinamento Teatro Carcere Emilia Romagna, associazione che raccoglie le realtà che operano con progetti teatrali presso sei carceri della regione.
Il progetto 2014-2015 vede tutte le realtà del Coordinamento impegnate su un testo comune, la Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso.
Il progetto si concluderà nel 2015 con la produzione di sei spettacoli compiuti, da realizzarsi all’interno delle Case Circondariali o, in alcuni casi, nei teatri della regione.
Dopo un primo appuntamento nel mese di giugno, con prove aperte a Parma, Forlì, Reggio Emilia, Bologna, Ferrara, nel mese di novembre, nelle carceri di Bologna, Ferrara e Castelfranco Emilia, sono previste tre prove aperte, per presentare a un pubblico di ospiti e studenti di Istituti Superiori un primo work in progress delle rispettive messe in scena.

Secondo appuntamento novembre 2014

19 novembre 2014
Casa Circondariale Dozza di Bologna
DODICI METRI QUADRATI DI GERUSALEMME IN CARCERE
a cura del Teatro del Pratello

Il 19 novembre al Carcere della Dozza la seconda prova aperta del percorso che il Teatro del Pratello porta avanti da febbraio 2014 sul tema della Gerusalemme Liberata attraverso attività di scrittura (condotte da Filippo Milani), canto (condotte da Micaela Piccinini) e teatro (condotte da Paolo Billi).
Alla prova aperta assisteranno due classi quinte del Liceo Laura Bassi di Bologna e un pubblico di operatori e addetti ai lavori.
L’ingresso degli studenti è stato preceduto da un incontro a scuola condotto  dal responsabile dell’area trattamentale della Dozza, Massimo Ziccone, dal regista Paolo Billi e da Filippo Milani, responsabile dei laboratori di scrittura per il Teatro del Pratello.

21 novembre 2014
Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia
GERUSALEMME, LIBERATA!
Prova aperta del Laboratorio condiviso sulla Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso con attori-detenuti e studenti
a cura di Teatro dei Venti

Dopo una serie di appuntamenti separati con gli attori-detenuti della Casa di Reclusione e con una Classe dell’Istituto Spallanzani, le porte del Carcere di Castelfranco si aprono per un primo incontro tra i due gruppi. Utilizzando le tematiche e le atmosfere della Gerusalemme Liberata si darà vita, a partire da questo appuntamento, a due Laboratori paralleli che porteranno alla costruzione di uno spettacolo finale che vedrà in scena attori-detenuti e studenti.

24 novembre 2014
Casa Circondariale di Ferrara
TASSO-MATERIALI 
regia Horacio Czertok/Teatro Nucleo

A Ferrara, nell’ambito della diffusione dell’attività teatrale in carcere, si è progettato insieme alla Proff.sa Romagnoli, del Liceo Ludovico Ariosto di Ferrara e all’ufficio educatori della Casa Circondariale di Ferrara un’azione destinata a farla conoscere.
L’iniziativa si integra in una più vasta, dedicata a esplorare e conoscere l’universo carcerario.
Il 5 novembre tutte le classi quinte si sono incontrate nel Liceo con il comandante, il vicecomandante e un ispettore della Polizia Penitenziaria, un dirigente dell’assessorato ai servizi sociali del Comune di Ferrara, e gli operatori del Teatro Nucleo, titolare del Laboratorio che agisce da oltre dieci anni presso le carceri ferraresi. Il 24 novembre, una delle quinte entrerà in carcere ed assisterà ad una sessione del laboratorio teatrale con i detenuti.
Infine, il 3 dicembre, quella quinta incontrerà tutte le altre ed esibirà gli elaborati –racconti, testimonianze, disegni, ecc, che serviranno ad illustrare l’esperienza che hanno vissuto.  Questi elaborati poi saranno portati in carcere e fatti conoscere ai detenuti del laboratorio teatrale, e verranno pubblicati sull’Astrolabio, il giornale dei detenuti.

Nel mese di novembre è inoltre prevista la prima presentazione del secondo numero della Rivista QUADERNI DI TEATRO CARCERE ed. Titivillus.

sabato 22 novembre, ore 18.30
Libreria Ubik via Oberdan 4/c – Parma
presentazione del secondo numero della rivista
QUADERNI DI TEATRO CARCERE/CROCEVIE TRA TEATRO E CARCERE ed. Titivillus

partecipano: Sandro Capatti (fotografo), Cristina Valenti (Docente Università di Bologna), Paolo
Billi (regista, Teatro del Pratello), Corrado Vecchi (psicomotricista, Coop. Le Mani Parlanti

Primo appuntamento 11/24 giugno 2014

Si è conclusa nel mese di giugno la prima fase del progetto STANZE DI TEATRO IN CARCERE 2014, a cura del Coordinamento Teatro Carcere Emilia Romagna.

Il progetto 2014-2015 vede tutte le realtà del Coordinamento impegnate su un testo comune, la Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso.

Il progetto si concluderà nel 2015 con la produzione di sei spettacoli compiuti, da realizzarsi all’interno delle Case Circondariali o, in alcuni casi, nei teatri della regione.

A conclusione delle attività laboratoriali dei primi sei mesi del 2014 nelle carceri di Bologna, Ferrara, Reggio Emilia, Forlì, Parma e Castelfranco Emilia, dall’11 al 24 giugno sono previste cinque prove aperte, per presentare ai registi dei gruppi coinvolti e a un pubblico di ospiti e addetti ai lavori un primo work in progress delle rispettive messe in scena.

Il secondo appuntamento con le esperienze di Teatro carcere della nostra regione è previsto per il mese di novembre 2014, con spettacoli, proiezioni, incontri e con la presentazione del secondo numero della rivista QUADERNI DI TEATRO CARCERE, ed. Titivillus, a Cura di Cristina Valenti.

Le tappe di giugno 2014.

19 giugno a Ferrara -  “Cantiere Tasso” a cura di Teatro Nucleo presso Casa Circondariale

“È motivo di grande soddisfazione per il Teatro Nucleo, che le altre realtà regionali abbiano accettato con entusiasmo la sfida di lavorare sul grande poeta di Ferrara (salernitano di nascita). Un attore cresce tanto quanto più alte e complesse sono le sfide che affronta, e gli attori detenuti non fanno eccezione. Con grande meraviglia per tutti –detenuti, educatori, polizia penitenziaria- dopo un periodo di iniziale perplessità, oggi le ottave tassiane risuonano nei corridoi e nelle celle anche ad alte ore della notte mentre i detenuti si applicano a affrontare un testo irto di difficoltà. La parola del poeta apre nelle menti strade nuove, arricchisce l’esperienza, educa i sentimenti.”
Regia Horacio Czertok con la collaborazione di Andrea Amaducci, del Teatro Nucleo.

23 Giugno a Reggio Emilia – presentazione del lavoro in corso sul testo della Gerusalemme Liberata a cura di Cooperativa sociale Giolli.

“Abbiamo estratto 3 momenti del testo e intrecciato la lettura dei canti originali con improvvisazioni della decina di detenuti partecipanti. Si tratta di un abbozzo di lavoro non concluso ovviamente che indica la direzione del lavoro.”
Regia Roberto Mazzini della cooperativa sociale Giolli.
Attori i detenuti coadiuvati tecnicamente da 3 volontari: Andrea Fontana, Elisa Godani e Valeria Bottazzi.

contatti: info@teatrocarcere-emiliaromagna.it

Teatro Nucleo – foto Luca Gavagna